Elfi ed esseri fatati

Varie razze non umane abitano Kios. Degli Elfi non si sa quasi niente ma si suppone che non ne siano rimasti che poche migliaia, confinati nei due territori nel nord del continente. Essi si suddividono in Elfi Bianchi e in Elfi Azzurri. Si tratta di esseri magici molto antichi, che abitavano Kios fin da prima che comparissero gli esseri umani e che con questi desiderano avere quanti meno contatti possibili.

Nelle foreste degli Elfi si sono rifugiati i superstiti delle molte specie di esseri fatati che una volta abitavano tutto il continente: gnomi, fate (sia maschi che femmine), folletti, coboldi e molti altri esseri ancora, di alcuni dei quali persino il nome è stato dimenticato dagli esseri umani. Tutti questi esseri sono per natura amorali, ma nutrono un forte risentimento nei confronti degli uomini che li hanno praticamente scacciati da quasi tutto il continente. Solo pochi continuano ad abitare in mezzo agli umani, soprattutto nelle campagne, come i Folletti del Focolare e le Fate dei Fiori.

Troll e Orchi

Nel nord si dice si siano rifugiati i Troll, ma sono decenni che nessuno li ha più visti. Le leggende affermano che i Troll sono la progenie di demoni con altri animali, mentre gli Orchi sono il risultato dell’accoppiamento di un Demone con un essere umano. Così almeno si dice, ma le ricerche più recenti effettuate nel Regno dell’Est hanno stabilito che Troll e Orchi sono nativi di Kios e che un eventuale incrocio fra esseri di piani diversi è assolutamente sterile, se non impossibile, in certi casi. Troll e Orchi una volta vivevano in tutta la parte settentrionale del continente. Se esistono ancora degli Orchi, probabilmente si trovano nell’Isola di Horsa e nella Falce del Nord.

Draghi

A sud delle Mura, la grande catena centrale che divide il continente in due parti distinte, ci sono pochissimi esseri magici. Nel centro ci sono vari tipi di draghi, ma sono più animali che esseri intelligenti, anche se, come dice un proverbio numeno «Il drago che ti lasci alle spalle è anche l’ultimo che vedi».

Dei Grandi Draghi, esseri magici di grande intelligenza e potere, che dividevano con gli Elfi il controllo di Kios prima della venuta degli umani, non sembra esserci più traccia sul continente. Una volta ne esistevano quattro specie: i Draghi di Nebbia, che abitavano il nord, i Draghi di Fuoco, che popolavano il sud, i Draghi Serpente, che vivevano nelle grandi foreste, oramai scomparse, del centro del continente, e infine i Draghi di Mare, che dominavano incontrastati tutti i mari attorno a Kios.

Gli Invisibili

Alcuni esseri magici misteriosi vivono nell’isola di Spera, ma di loro non si sa praticamente niente se non che si nutrono di esseri umani e sono molto rapidi e feroci. I Moréi li chiamano gli Invisibili, mentre i Sartài usano il nome generico di Foresta Vivente.

Elfi ed esseri fatati

Varie razze non umane abitano Kios. Degli Elfi non si sa quasi niente ma si suppone che non ne siano rimasti che poche migliaia, confinati nei due territori nel nord del continente. Essi si suddividono in Elfi Bianchi e in Elfi Azzurri. Si tratta di esseri magici molto antichi, che abitavano Kios fin da prima che comparissero gli esseri umani e che con questi desiderano avere quanti meno contatti possibili.

Nelle foreste degli Elfi si sono rifugiati i superstiti delle molte specie di esseri fatati che una volta abitavano tutto il continente: gnomi, fate (sia maschi che femmine), folletti, coboldi e molti altri esseri ancora, di alcuni dei quali persino il nome è stato dimenticato dagli esseri umani. Tutti questi esseri sono per natura amorali, ma nutrono un forte risentimento nei confronti degli uomini che li hanno praticamente scacciati da quasi tutto il continente. Solo pochi continuano ad abitare in mezzo agli umani, soprattutto nelle campagne, come i Folletti del Focolare e le Fate dei Fiori.

Troll e Orchi

Nel nord si dice si siano rifugiati i Troll, ma sono decenni che nessuno li ha più visti. Le leggende affermano che i Troll sono la progenie di demoni con altri animali, mentre gli Orchi sono il risultato dell’accoppiamento di un Demone con un essere umano. Così almeno si dice, ma le ricerche più recenti effettuate nel Regno dell’Est hanno stabilito che Troll e Orchi sono nativi di Kios e che un eventuale incrocio fra esseri di piani diversi è assolutamente sterile, se non impossibile, in certi casi. Troll e Orchi una volta vivevano in tutta la parte settentrionale del continente. Se esistono ancora degli Orchi, probabilmente si trovano nell’Isola di Horsa e nella Falce del Nord.

Draghi

A sud delle Mura, la grande catena centrale che divide il continente in due parti distinte, ci sono pochissimi esseri magici. Nel centro ci sono vari tipi di draghi, ma sono più animali che esseri intelligenti, anche se, come dice un proverbio numeno «Il drago che ti lasci alle spalle è anche l’ultimo che vedi».

Dei Grandi Draghi, esseri magici di grande intelligenza e potere, che dividevano con gli Elfi il controllo di Kios prima della venuta degli umani, non sembra esserci più traccia sul continente. Una volta ne esistevano quattro specie: i Draghi di Nebbia, che abitavano il nord, i Draghi di Fuoco, che popolavano il sud, i Draghi Serpente, che vivevano nelle grandi foreste, oramai scomparse, del centro del continente, e infine i Draghi di Mare, che dominavano incontrastati tutti i mari attorno a Kios.

Gli Invisibili

Alcuni esseri magici misteriosi vivono nell’isola di Spera, ma di loro non si sa praticamente niente se non che si nutrono di esseri umani e sono molto rapidi e feroci. I Moréi li chiamano gli Invisibili, mentre i Sartài usano il nome generico di Foresta Vivente.

Le razze non umane

Elfi ed esseri fatati

Varie razze non umane abitano Kios. Degli Elfi non si sa quasi niente ma si suppone che non ne siano rimasti che poche migliaia, confinati nei due territori nel nord del continente. Essi si suddividono in Elfi Bianchi e in Elfi Azzurri. Si tratta di esseri magici molto antichi, che abitavano Kios fin da prima che comparissero gli esseri umani e che con questi desiderano avere quanti meno contatti possibili.

Nelle foreste degli Elfi si sono rifugiati i superstiti delle molte specie di esseri fatati che una volta abitavano tutto il continente: gnomi, fate (sia maschi che femmine), folletti, coboldi e molti altri esseri ancora, di alcuni dei quali persino il nome è stato dimenticato dagli esseri umani. Tutti questi esseri sono per natura amorali, ma nutrono un forte risentimento nei confronti degli uomini che li hanno praticamente scacciati da quasi tutto il continente. Solo pochi continuano ad abitare in mezzo agli umani, soprattutto nelle campagne, come i Folletti del Focolare e le Fate dei Fiori.

Troll e Orchi

Nel nord si dice si siano rifugiati i Troll, ma sono decenni che nessuno li ha più visti. Le leggende affermano che i Troll sono la progenie di demoni con altri animali, mentre gli Orchi sono il risultato dell’accoppiamento di un Demone con un essere umano. Così almeno si dice, ma le ricerche più recenti effettuate nel Regno dell’Est hanno stabilito che Troll e Orchi sono nativi di Kios e che un eventuale incrocio fra esseri di piani diversi è assolutamente sterile, se non impossibile, in certi casi. Troll e Orchi una volta vivevano in tutta la parte settentrionale del continente. Se esistono ancora degli Orchi, probabilmente si trovano nell’Isola di Horsa e nella Falce del Nord.

Draghi

A sud delle Mura, la grande catena centrale che divide il continente in due parti distinte, ci sono pochissimi esseri magici. Nel centro ci sono vari tipi di draghi, ma sono più animali che esseri intelligenti, anche se, come dice un proverbio numeno «Il drago che ti lasci alle spalle è anche l’ultimo che vedi».

Dei Grandi Draghi, esseri magici di grande intelligenza e potere, che dividevano con gli Elfi il controllo di Kios prima della venuta degli umani, non sembra esserci più traccia sul continente. Una volta ne esistevano quattro specie: i Draghi di Nebbia, che abitavano il nord, i Draghi di Fuoco, che popolavano il sud, i Draghi Serpente, che vivevano nelle grandi foreste, oramai scomparse, del centro del continente, e infine i Draghi di Mare, che dominavano incontrastati tutti i mari attorno a Kios.

Gli Invisibili

Alcuni esseri magici misteriosi vivono nell’isola di Spera, ma di loro non si sa praticamente niente se non che si nutrono di esseri umani e sono molto rapidi e feroci. I Moréi li chiamano gli Invisibili, mentre i Sartài usano il nome generico di Foresta Vivente.

Questo sito utilizza solo cookie di tipo tecnico per il suo funzionamento e non memorizza dati personali di alcun genere.